Che anche il colosso del settore informatico Microsoft volesse definitivamente dire la sua pure nel mercato della comunicazione mobile, era ormai risaputo da tempo, da quando la casa di Redmond aveva iniziato a supportare sempre più la connettività tra Pocket PC e cellulari, fino alle più recenti uscite dei primi PDA phone basati su Pocket PC 2002 Phone Edition ed all’ultima importante presentazione della scorsa settimana di Smart Phone 2002, sistema operativo appositamente sviluppato per i nuovi terminali telefonici multimediali.

Il mercato della telefonia mobile è ad un bivio. In Europa e Nord America si sta raggiungendo la saturazione. Per spingere i consumatori all’acquisto di nuovi cellulari vi è bisogno di concentrarsi sui nuovi servizi, che debbono essere tanto più utili da portare un mercato di massa verso i nuovi terminali mobili, che, però, devono essere allo stesso tempo multimediali, ma facili da utilizzare. Per questo mai come adesso c’è una vera occasione d’oro per Microsoft, che non può certo vantare una grande esperienza nel settore mobile, ma che la presenza in altri settori chiave come quello dei PC e dei palmari, rende l’azienda perfetta per tentare l’assalto.

<a