Dick Komiyama, presidente di Sony Ericsson, ha deciso di apportare qualche taglio al portafoglio cellulari del 2009, riducendolo di circa il 20 per cento rispetto al 2008, al fine di aumentarne la redditività.
A riportarlo è il Financial Times, anche se al momento non è chiaro se questo taglio riguarderà i cellulari più datati ma ancora in produzione, oppure se andrà a ridurre anche il numero di cellulari nuovi (da inizio anno Sony Ericsson ha presentato 27 nuovi modelli).  

Il presidende di Sony Ericsson ha inoltre comunicato di voler unire le tre divisioni di ricerca e sviluppo esistenti, al fine di migliorarne l’efficienza ed evitare che più reparti lavorino sugli stessi aspetti.

La recessione economica e la crisi finanziaria non risparmia il settore della telefonia mobile, Komiyama ha infatti dichiarato: "La fiducia dei consumatori è minore giorno dopo giorno".
Ricordiamo che la casa nippo-svedese ha chiuso il terzo trimestre dell'anno con una perdita netta di 25 milioni di euro e 25,7 milioni di cellulari venduti.