Marco De Benedetti, Amministratore Delegato di Tim, ha confermato le indiscrezioni che vedevano Tim intenzionata a rimandare il lancio dei propri servizi UMTS. Secondo De Benedetti attualmente non vi sono nè le condizioni di rete nè i terminali adatti ad un lancio del 3G, ergo se ne riparlerà solo a fine anno. In particolare la fondamentale compatibilità tra reti GSM ed UMTS dovrà essere un punto fermo per lo sviluppo ed il lancio del 3G, grazie a nuovi e più potenti e versatili telefoni dual mode.

‘La tecnologia GSM è ormai stabile e molto affidabile – ha affermato De Benedetti – mentre non si può dire altrettanto dell’UMTS, che è un grosso passo avanti solo per la videofonia e la diffusione video in tempo reale, due mercati che non appaiono di eccezionale importanza’. De Benedetti si è anche soffermato sulla scarsa presenza di Tim all’estero. L’Amministratore Delegato del gestore italiano ha ammesso questa mancanza, ma ha anche dichiarato che non si tratta certo di una limitazione, come dimostrano i margini operativi di Tim in Italia, sempre superiori a Vodafone Omnitel, che pure fa parte di un grande gruppo multinazionale.