I

l timore che Skype potesse essere d’ora in avanti sviluppato solo per la piattaforma Windows è durato pochi istanti. Il CEO di Microsoft, Steve Ballmer, e Tony Bates, attuale numero uno di Skype, hanno fugato ogni dubbio: “Continueremo ad investire su Skype dedicato alle piattaforme diverse da Microsoft”. Il software continuerà dunque ad essere disponibile anche per i computer con Sistema Operativo Mac OSX e Linux, nonché per gli smartphones iOS, Android, BlackBerry e SymbianAapo Markkanen, senior analyst di ABI Research, ben riassume la politica di Redmond: “Prima viene il consumatore, poi il brand”. Del resto sarebbe un grosso errore da parte di Microsoft abbandonare parte dei 170 milioni di clienti di tutto il mondo.
Skype
Tony Bates e Steve Ballmer siglano l’accordo