L

a diffusione sempre più elevata dei cellulari con fotocamera integrata ha portato alla ribalta una nuova questione.
Sono sempre di più infatti le persone che lo utilizzano per scattare foto e video in situazioni molto scabrose; fin qui nessun problema, ma i guai arrivano se l’apparecchio viene rubato, perduto o semplicemente arriva nelle mani sbagliate.
Negli ultimi mesi, si sono moltiplicate le notizie riguardanti persone che hanno perso il consorte, il lavoro o sono state espulse dalla scuola dopo che era stato diffuso un video piccante.
Considerato anche che con internet ormai il fenomeno può avere una diffusione mondiale, specialmente se la vittima è una celebrità, i consigli ad una maggiore discrezione nel ritrarre situazioni particolari sono d’obbligo, così come le offerte di programmi di criptazione dati per dispositivi mobili si moltiplicano, con pochi risultati, a quanto ci è dato di vedere.