Puntare con più convinzione sul Project Valley (nome in codice di un progetto di telefonino con chiusura a conchiglia), potrebbe aiutare Samsung ad uscire dalla stagnazione di mercato che ha colpito le vendite della gamma Galaxy.
Ovviamente è troppo presto per poter toccare con mano un fiammante smartphone che si chiude a libretto, tuttavia è lecito prevedere, lo suggeriscono autorevoli analisti, che un annuncio formale su questo fronte potrebbe arrivare da Samsung subito dopo giugno.

È quanto riporta oggi da Business Insider: la seconda metà del 2016 potrebbe fare uscire dal cilindro della casa sudcoreana il Samsung SM-G929G.
Samsung sarà probabilmente uno dei primi produttori ad utilizzare la tecnologia degli smartphone "ripiegabili" commercialmente.
Gli analisti citati da Business Insider lasciano pochi spazi al dubbio: «Samsung introdurrà smartphone pieghevoli OLED già nella seconda metà del 2016, anticipando le aspettative di mercato che guardavano al 2017».

Render di un ipotetico smartphone pieghevole
Render di un ipotetico smartphone pieghevole

I presumibili vantaggi che spingerebbero Samsung verso questo tipo di business sono elencati in tre punti:
– un modello OLED pieghevole porterebbe sul mercato un prodotto differente dagli altri;
– l’offerta abbraccerebbe due esigenze degli utenti: avere uno schermo più grande e, al tempo, stesso, un ingombro finalmente ridotto;
– la società soddisferebbe in un solo colpo sia la domanda di chi è alla ricerca di un tablet che quella di chi ha intenzione di acquistare uno smartphone.

Samsung non ha paura delle novità: lo ha dimostrato in più occasioni in passato (addirittura, presentando per prima schermi più grandi, la società coreana ha creato una tendenza – divenuta poi standard – tra i produttori).
Inoltre, anticipando tutti i competitor su questo terreno, la casa sudcoreana entrerebbe da leader in un segmento di mercato creato da sé.