Samsung prosegue con lo sviluppo del proprio sistema di pagamento mobile, quel Samsung Pay che, nel corso del 2016, dovrebbe diffondersi in maniera capillare anche in Europa, dopo aver fatto il suo debutto negli Stati Uniti a settembre 2015 e in Asia a gennaio 2016.
Ovviamente, la Corea del Sud rappresenta il Paese dove Samsung implementa per primo tutte le novità relative a Samsung Pay, per poi riportarle gradualmente nel resto del mondo.
A partire dall’11 marzo sarà possibile in Corea del Sud effettuare depositi e prelievi presso gli ATM bancari proprio attraverso Samsung Pay, grazie a un accordo stretto da Samsung con i principali istituti di credito del Paese, tra cui Shinhan Bank, KB KooKmin Bank, Industrial Bank of Korea, Woori Bank.

Samsung Pay
Samsung Pay

Si tratta di un ulteriore passo avanti per il sistema di pagamento mobile dell'azienda coreana che, fra l'altro, sta crescendo molto rapidamente, addirittura più velocemente di Apple Pay. Il sistema ha generato oltre 500 milioni di dollari in transazioni dopo appena 6 mesi dal suo debutto ufficiale negli Stati Uniti, numero davvero importanti che certificano l'ottimo lavoro svolto da Samsung.

Il successo e la rapida diffusione di Samsung Pay vanno ricercati nell'ottimo sistema messo a punto dall'azienda coreana grazie all'acquisizione di Loop Pay, che consente di sfruttare il pagamento contact less attraverso qualsiasi tipologia di POS (anche quelli non dotati di NFC), questo perché il sistema simula il funzionamento di una normalissima banda magnetica, consentendo una compatibilità praticamente infinita.
Insomma, prepariamoci nei prossimi mesi all'arrivo di Samsung Pay anche in Italia.