Samsung Galaxy Note 9 è finalmente ufficiale. Alle 17 (ora italiana) durante un evento a New York, il gigante sud coreano ha alzato il sipario sul suo nuovo fiammante phablet con la penna. Molte le novità, anche se la maggior parte erano già state svelate da indiscrezioni ed anticipazioni ufficiali da parte dell’azienda stessa.

Design simile a Galaxy Note 8

samsung galaxy note 9

Il device ha dimensioni di 161.9 x 76.4 x 8.8 millimetri, per un peso complessivo di 201 grammi. A livello di linee estetiche non cambia molto rispetto al passato. Lo smartphone si conferma molto simile al suo predecessore nella forma. Il suo display è un pannello Super AMOLED da 6,4″ con massima risoluzione 2K (Quad HD+). Vince l’Infinity Display a dispetto di qualsiasi notch.

 

Il posteriore è caratterizzato unicamente dalla presenza della doppia fotocamera e dal lettore d’impronte digitali. La forma squadrata, diversa in pochi dettagli, regala un colpo d’occhio pressoché identico a quello di Samsung Galaxy Note 8.

Scheda tecnica da flagship di alto livello

samsung galaxy note 9

Sull’hardware dei suoi top di gamma, Samsung non si risparmia mai. Galaxy Note 9 ha un cuore pulsante caratterizzato dal SoC octa core Exynos 9810 (con massima frequenza 2,7 Ghz) ed un quantitativo di RAM di 6GB. Lo storage interno, come anticipato dalla stessa azienda, passa ad una base di 128GB – fino a 512GB – con slot per l’espansione di memoria fino ad 1TB. In totale, le configurazioni sono di due tipi: 6/128GB e 6/512GB di RAM e memoria interna. L’avanzato sistema di raffreddamento a liquido permetterà al device di offrire il massimo in gaming e durante le altre attività senza rishciare surriscaldamenti.

La batteria aumenta rispetto al passato ed arriva a 4000 mAh con supporto alla ricarica rapida (ingresso USB type-C) oltre ovviamente a quella wireless. Il gigante sud coreano punta tutto sull’autonomia energetica del suo nuovissimo device.

A proposito di software, Galaxy Note 9 arriverà con a bordo Android Oreo 8.1 con interfaccia utente Samsung Experience. 

Comparto fotografico d’eccezione

Già Note 8 è un ottimo camera phone, il suo successore tiene alto l’onore della gamma. A bordo di Note 9, un doppio sensore da 12MP. Il principale, responsabile dello scatto, è dotato di apertura focale variabile come S9+ e grandangolo. Il secondo è invece un sensore con supporto allo zoom ottico 2X. La camera dedicata ai selfie, con a bordo l’autofocus, è un sensore da 8MP

L’intelligenza artificiale, che ormai spopola sui software delle fotocamere di moltissimi smartphone, permetterà all’utente di indovinare i giusti parametri di scatto nella maggior parte delle situazioni. Il device sarà anche in grado di avvisarci se qualcosa nello scatto non è come dovrebbe (ad esempio, se il soggetto ha gli occhi chiusi). Fra le feasture della camera principale, presente anche il super slow motion a 960 fps.

Fate largo alla nuova, coloratissima, S-Pen

samsung galaxy note 9

La S-Pen sarebbe stata una delle più grandi novità a bordo di Note 9. La celeberrima penna che accompagna i phablet dell’azienda è adesso più intelligente che mai. Il supporto alla connettività Bluetooth (Low-Energy) permette di sfruttare l’accessorio a distanza per compiere una serie di attività.

Ad esempio, potrete scattare fotografie sfruttando la penna come telecomando. Oppure, avrete la possibilità di controllare la musica in riproduzione e non solo. Le novità sono molte. I colori della penna sono 4.

Disponibilità e prezzi

Samsung Galaxy Note 9 sarà disponibile in Europa a partire dal 24 agosto con preordini aperti da oggi fino al 23 dello stesso mese. Entrambe le varianti (128GB e 512GB di storage interno) saranno disponibili in Italia in tre colorazioni: Ocean Blue, Midnight Black e Lavender Purple. I prezzi saranno di – rispettivamente 1.029€ e 1279€.