Non è un mistero che Apple abbia intenzione di introdurre display flessibili sui futuri iPhone, ed in tal senso va letta l’indiscrezione riportata dalla testata coreana ET-News. Pare infatti che l'azienda di Cupertino sia prossima a siglare l'accordo con Samsung per la fornitura di pannelli Oled flessibili da utilizzare sui futuri iPhone.

Per sostenere il contratto, l'azienda coreana sarebbe pronta ad investire 7 miliardi di dollari per portare la produzione di display Oled flessibili a 45.000 unità mensili entro il 2017, affinchè la produzione possa partire in tempo per lanciare l'iPhone dotato di questi pannelli nel 2018.
Tutto questo porterebbe un oggettivo vantaggio ad entrambe le aziende: da una parte Apple potrebbe contare su un partner solido in grado di sostenere l'enorme domanda di display di cui necessita la produzione di un iPhone, dall'altra Samsung paradossalmente si garantirebbe delle entrare importanti proprio dalla principale concorrente.

Prototipo Samsung di display Oled flessibile
Prototipo Samsung di display Oled flessibile

Alla luce di questa indiscrezione, trova un senso compiuto la mossa di Apple di aprire un laboratorio di ricerca in Taiwan dedicato proprio ai display, con la logica quindi di portare una grande ventata di novità negli iPhone.
Difficile sapere quale potrà essere la reale integrazione di questo display flessibili e se Apple deciderà di abbandonare definitivamente i pannelli classici o pianifica di proporre due varianti con display differenti.

Come sempre, solo il tempo potrà darci una risposta, nel frattempo non ci resta che attendere il 2018 per mettere le mani sul primo iPhone dotato di display flessibile.