Una quattordicenne americana, rapita da un uomo, si è salvata grazie ad un SMS.
Elizabet Shoaf era stata avvicinata all’uscita dalla scuola da un uomo che si era spacciato per un agente di polizia e l’aveva rapita, portandola in un bosco dove aveva costruito un bunker e minacciandola con granate incendiarie per non farla fuggire.
La giovane è successivamente riuscita ad inviare un messaggio alla madre utilizzando il cellulare del rapitore.
Gli investigatori, dopo aver localizzato l’apparecchio, hanno recuperato la ragazza e arrestato l’uomo, condannato per rapimento e possesso di materiale incendiario.