Jaguar Financial Corp., merchant bank canadese, ha rilasciato una nota pubblica nella quale viene espressamente chiesto a Research In Motion di considerare tutte le strade percorribili per incrementare i profitti degli investitori, di cui la società in questione fa parte.

 

“Lo status quo è inaccettabile, l’azienda non può stare ferma. È tempo di un cambio radicale. I Direttori devono sforzarsi affinché venga massimizzato il valore degli azionisti prima che questo sia perduto”, afferma Alboini.

 

RIM
Quartier Generale di RIM

 

La richiesta degli investitori deriva dal fatto per cui RIM ha perso ben l’80% del suo valore dal 2008 ad oggi (-48% solo nel 2011), ed il market share continua a calare in favore di Apple e dei devices di Google.

 

C’è chi chiede a gran voce le dimissioni dei co-CEO Jim Balsillie e Mike Lazaridis, e c’è chi paventa l’ipotesi di mettere in vendita l’azienda.

 

Insomma, i primi risultati in termini di vendite dei nuovi prodotti appena presentati, vedasi il BlackBerry 9900, e l’imminente presentazione della nuova linea di smartphones basati sul sistema operativo QNX potranno dare ulteriori informazioni al mercato e, soprattutto, agli azionisti.

 

RIM
Mercato azionario: andamento di RIMM