RedMi Note 7 è ufficiale in Cina: si tratta del primo smartphone presentato dopo che il brand è stato reso indipendente da Xiaomi. Prezzo aggressivo e specifiche degne di un medio di gamma di alto livello.

RedMi Note 7: tutti i dettagli

Linee estetiche semplici: sul posteriore del nuovo RedMi Note 7 è alloggiato il comparto fotografico principale ed il lettore d’impronte digitali mentre il frontale ospita un ampio display IPS LCD da 6,3″ con rapporto d’aspetto allungato, notch a goccia e risoluzione Full HD+.

Sotto la scocca, come da previsioni, c’è il processore Qualcomm Snapdragon 660 ed a supporto ci sono tre configurazioni differenti di RAM e storage interno: 3/32GB, 4/64GB e 6/64GB. L’autonomia energetica è affidata ad un’ampia batteria da 4000 mAh. Il sistema supporta la ricarica rapida di tipo Quick Charge 4.0, tuttavia l’adattatore per poterla sfruttare – con output 9V/2A – non è incluso in confezione, bisognerà acquistarlo a parte. Naturalmente, l’ingresso per la ricarica della batteria e la connessione al PC è di tipo USB-C e non manca l’amato jack audio da 3,5 millimetri. Presente anche una porta infrarossi.

Il comparto fotografico principale è certamente la killer feature di RedMi Note 7: due sensori di cui uno costituito dal celebre Samsung ISOCELL GM1 48 da ben 48MP (nel prossimo futuro arriverà un’edizione Pro con il sensore Sony IMX586) supportato dal secondo – da 5MP – responsabile di gestire la profondità di campo, l’effetto bokeh ed altri parametri. L’interessante sensore Sony sarà difficilmente utilizzato su altri smartphone il cui prezzo di partenza è inferiore ai 150€. Sul frontale, i selfie sono garantiti da una fotocamera da 13MP.

Il device è già in preordine in Cina, con le prime consegne garantite dal 15 gennaio. Le colorazioni di vendita sono Twilight Gold (sui toni del rosa e dorato), Twilight Blu e Nero mentre i prezzi sono decisamente la seconda killer feature del terminale. Si parte da circa 130€ per la configurazione che prevede 3GB di RAM e 32GB di storage interno per salire a circa 150€ per la variante 4/64GB e meno di 180€ per il top della linea, che offre 6GB di memoria volatile e 64GB di storage.

Non sappiamo se e quando lo smartphone sarà lanciato in versione internazionale, approdando anche da noi. Chiaramente, in quel caso i prezzi saranno certamente più elevati, ma siamo sicuri che verranno mantenuti in un range che permetterà al device di essere fra i mid range con il miglior rapporto qualità prezzo.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum
    Fonte: GSM Arena