Il processore medio di gamma Qualcomm Snapdragon 675 è ufficiale. Intelligenza artificiale, elevate prestazioni di gioco e gestione avanzata del comparto fotografico: questi i suoi principali punti di forza.

Snapdragon 675: architettura a 11 nanometri

Qualcomm Snapdragon 670 è stato presentato da poco, eppure un update del nuovo SoC mid-range è già pronto. Il processore è costruito con processo ad 11 nanometri e si basa su 8 core. Due, i più performanti, sono Cortex-A76 ed arrivano fino a 2 Ghz mentre gli altri 6 sono Cortex-A55.  Il nuovo SoC è progettato per eccellere sotto tre punti di vista:

  • Gaming: il chip è ottimizzato per offrire ottime prestazioni durante il gioco, anche con titoli più impegnativi. Oltre al supporto a framerate elevati, c’è la compatibilità con i più popolari motori di gioco, API e tool;
  • Fotografia: il nuovo ISP a bordo (Qualcomm Spectra 200) consente di ottenere il massimo dal comparto fotografico. Inoltre, il SoC supporta fino a tre fotocamere posizionate sul posteriore o sul frontale. Con Snapdragon 675 è possibile mettere l’AI al supporto della fotografia e non solo: il processore permette di realizzare scatti di elevata qualità ed anche video, addirittura con slow motion in HD illimitato;
  • Intelligenza Artificiale: la presenza dell’AI è ormai un must sulla maggior parte degli smartphone. Il nuovo SoC permette all’intelligenza artificiale di intervenire, offrendo fino al 50% in più rispetto al passato, in diversi ambiti. Dalla fotografia alla sicurezza del terminale.

Le altre funzionalità di Snapdragon 675 includono il supporto alla ricarica rapida Qualcomm Quickcharge 4+ e la presenza del modem LTE Snapdragon X12 (download fino a 600Mb/s). Infine, non manca la compatibilità con le tecnologie audio Qualcomm® Aqstic ™ e Qualcomm® aptX ™.

Disponibilità

Qualcomm Snapdragon 675 è già disponibile per i produttori che decideranno di adottarlo sui loro dispositivi. Tuttavia, presumibilmente sarà disponibile sui primi smartphone medio di gamma in commercio entro il primo trimestre del 2019

FONTE