Qualcomm ha appena svelato il nuovissimo “Smart Viewer” AR, una tecnologia per i visori del futuro che consentirà di “proiettare” (passateci il termine) schermi virtuali sulle vostre pareti. Non di meno, si legge che Lenovo ha già adottato la suddetta tecnologia per i suoi nuovi headset ThinkReality.

Qualcomm: una tecnologia rivoluzionaria nel campo dell’AR

Il produttore di chip Qualcomm ha introdotto un nuovo design di riferimento per gli occhiali destinati alla realtà aumentata: stiamo parlando di un “visualizzatore intelligente” AR che si collegherà ad un telefono o PC tramite USB-C. Chiamato “XR1 Smart Viewer”, il sistema è pensato per essere leggero e assomigliare ad un paio di occhiali da sole e gode di diverse funzionalità come il tracking delle mani e la consapevolezza spaziale. I primi glasses basati su questa tecnologia/design usciranno a metà anno.

L’XR1 è concepito come un “accessorio indispensabile” per telefoni e computer destinati al consumatore, piuttosto che alle singole aziende (vedasi i vecchi headset di Lenovo). Utilizza due display OLED 1920 x 1080 con una frequenza di aggiornamento di 90 Hz, oltre ad una serie di telecamere che aggiungono una sovrapposizione virtuale al mondo reale.

L’array di lenti può anche supportare il tracciamento delle mani come schema di controllo e può rilevare gli aerei nell’ambiente, quindi potrete fare cose come appuntare una finestra virtuale su un muro (al pari del multi-windows su PC) o posizionare un oggetto virtuale su un tavolo e interagire con esso attraverso i controlli gestuali. Come la maggior parte degli occhiali AR, tuttavia, hanno un campo visivo relativamente limitato di 45 gradi, più o meno simile a quello di Microsoft HoloLens 2.

Lenovo ha già annunciato un prodotto basato sul progetto di riferimento XR1 Smart Viewer: gli occhiali ThinkReality A3, che ha presentato al CES all’inizio di quest’anno. Il nuovo visore AR sarà rilasciato a metà del 2021 a un prezzo attualmente sconosciuto.

Fonte:Qualcomm