La PRS, Performing Right Society, ovvero la versione britannica della SIAE, avrebbe affermato che i servizi musicali presenti all’interno di iCloud non saranno lanciati in UK prima dell’inizio del 2012. A riportare la notizia è l’autorevole The Telegraph, secondo cui i problemi sono da ricondurre alle difficoltà legate alle negoziazioni per la gestione dei diritti d’autore. Gli stessi problemi erano stati riscontrati al momento del lancio di iTunes, e ad oggi le etichette presenti sul mercato britannico hanno deciso di stare temporaneamente alla finestra e verificare per prima cosa l’andamento delle vendite negli Stati Uniti. Con ogni probabilità lo stesso comportamento verrà adottato anche dagli altri Paesi europei, Italia inclusa. iCloud

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum