Telecom Italia ha annunciato la partenza della propria sperimentazione dei servizi 802.11b pubblici. Circa 3000 clienti dell'ex monopolista sono stati dotati di un palmare abilitato al Wi-Fi ed hanno cominciato ad utilizzare servizi dati mobili a banda larga nelle zone coperte dalla rete. Per l'occasione Telecom Italia ha stretto un accordo con il provider Wi-Fi Megabeam.

Sarà possibile utilizzare i servizi 802.11b ovunque vi sia un Access Point della società pioniera del Wi-Fi italiano. Per ora i luoghi coperti sono l'Aeroporto di Fiumicino, l'Hotel Artemide, l'Hotel Starhotel, l'Hotel de Russie nella città di Roma;  l'Aeroporto di Linate, l'Hotel Starhotel Ritz, l'Hotel Starhotel Rosa e l'Hotel Starhotel Palace nella città di Milano, ma presto seguiranno nuove località. I circa 3000 clienti Telecom abilitati potranno navigare in Internet a larga banda, tramite un palmare, usufruendo dei servizi di e-mail integrata con SMS e FAX, Instant Messaging, rassegna stampa, streaming video ed audio e la possibilità di accedere a tutti i servizi del Portale Info 412.

Con questo accordo Megabeam si dimostra aperta alla collaborazione con tutti gli operatori fissi e mobili che abbiano interesse nel crescente mercato Wi-Fi, dopo la recente autorizzazione ufficiale da parte del Ministero delle Comunicazioni. La sperimentazione durerà 6 mesi e permetterà a Telecom Italia di testare i servizi dal punto di vista tecnico e logistico.