Chi ha un piano dati sul proprio smartphone sa quanto sia importante risparmiare bit quando si è in mobilità ma lontani da un hotspot Wi-Fi. Opera da sempre è attenta da questa esigenza, tanto da aver installato da anni sui suoi browser per i dispositivi mobili una tecnologia che permette la riduzione della quantità di dati scaricati durante la navigazione.
Con l’app Opera Max, la società norvegese ha fatto di più: ha voluto estendere l’ottimizzazione della gestione dei dati scaricati dal browser a tutto il sistema operativo mobile. Anche per questa ragione è definita dalla società stessa “Data Management App”.

Opera Max insomma comprime foto, video, testi e altri tipi di informazioni in modo da permettere all’utente di scaricarli più in fretta e risparmiare sulla quantità di byte consumati dal suo piano dati. In alcuni casi l’app è in grado di far risparmiare sino al 50% dei dati necessari – a parità di file da scaricare – sia che operi su reti 3G, che su LTE o Wi-Fi.

Di quest’applicazione – non proprio recente – vi parliamo perché da qualche giorno Opera ne ha rilasciato una nuova versione – un aggiornamento – che permette di ridurre la quantità di dati scaricati anche per i video di YouTube e gli streaming di Netflix, due applicazioni che non sono proprio parche dal punto di vista dei byte consumati. Ora dunque è possibile fruire questi tipi di video via HTTPS, senza timore di esaurire in pochi minuti tutto il monte GB messo a disposizione dall’operatore telefonico per il nostro profilo tariffario. Un video di 10MB può essere ridimensionato sino a 3 MB, peraltro evitando che la qualità delle sue immagini venga compromessa o che si verifichino problemi di buffering più frequenti del solito.

Il funzionamento di Opera Max è molto interessante, oltre che efficace: mentre usa una connessione cellulare l’utente può anche controllare quali sono le app attive in background e fermare il loro download, se lo ritiene opportuno; a guardare bene, ciò comporta un risparmio non solo sul fronte dei dati, ma anche su quello della batteria. Inoltre, in caso ci si trovi connessi ad una rete Wi-Fi parecchio affollata, questa tecnologia per la compressione dei dati in downoad ci permette di non aver bisogno di una banda eccessivamente larga per navigare in tranquillità, ossia non ci fa soffrire alte latenze e/o basse velocità di scaricamento.

La bontà dell’applicazione è tale che recentemente Xiaomi ha deciso di integrarla anche in MIUI 7, ossia l’ultima release della sua interfaccia grafica per Android. Nel prossimo futuro inoltre Opera ha intenzione di estendere le funzionalità dell’app Max anche ad altri fornitori di video e streaming, così come ha già fatto con YouTube e Netflix.

Opera Max è un’app gratuita che per il momento funziona solo su Android. Se volete, potete scaricarla subito da Google Play.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum