Nokia Siemens Networks, joint venture nata nel 2007 tra Siemens AG e Network Business Group di Nokia, ha annunciato in una nota ufficiale la propria ristrutturazione interna che comporterà la riduzione di 17 mila posti di lavoro sui 75 mila dipendenti dislocati in tutto il mondo.

 

Come di consueto in queste occasioni, non si parla esplicitamente di “taglio” di posti di lavoro ma di “riallineamento”, ma il concetto non cambia.

 

“Riteniamo che il futuro della nostra azienda sia da incentrare sulla banda larga mobile e sui servizi ad essa correlati, e faremo di tutto per essere i leader in quest’area. Allo stesso tempo, abbiamo bisogno di prendere decisioni per mantenere la nostra competitività di lungo termine e per migliorare la profittabilità in un mercato delle telecomunicazioni estremamente impegnativo”, afferma Rajeev Suri, Chief Execu

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum