Quella di ieri è stata una giornata da dimenticare per Nokia che alla Borsa di Helsinki ha perso diversi punti percentuali dopo la pubblicazione dei risultati relativi al terzo trimestre 2008.

Le vendite hanno registrato una diminuzione del 5,1% a 12,2 miliardi di euro, risultati inferiori alle stime degli analisti che puntavano su utili per 1,12 miliardi di euro e vendite pari a 12,7 miliardi.
Utili in calo del 30% per la casa finlandese nel periodo luglio-agosto 2008. L’utile per azione scende a 29 centesimi, rispetto ai 1,56 miliardi (40 centesimi per azione) dello stesso periodo del 2007, facendo così segnare un calo del 28%.

Da segnalare il minor prezzo media di vendita dei cellulari che passa da 74 euro del trimestre precedente a 72 euro, mentre l'ASP (average sellig price) era di 82 euro nello stesso periodo del 2007.
La quota di mercato è scesa al 38%, contro il 39% del terzo trimestre 2007 e il 40% del secondo trimestre 2008.