Ha aperto i battenti Ovi Store by Nokia, disponibile in tutto il mondo su una cifra stimata di 50 milioni di telefoni su oltre 50 diversi modelli, incluso il Nokia N97 di prossimo arrivo.
Navigando sul sito store.ovi.com con il proprio cellulare Nokia, gli utenti possono iniziare subito a scaricare e rendere più divertente il proprio dispositivo personalizzandolo con applicazioni, giochi, video, podcast, strumenti, servizi location-based e molto altro.

“Ovi Store ha aperto i battenti e i suoi scaffali virtuali sono pieni di contenuti locali e globali ideati per un’ampia gamma di dispositivi Nokia” ha affermato Tero Ojanperä, Executive Vice President di Nokia Services. “Acquistare contenuti e applicazioni su Ovi Store diventa più facile e divertente sia per chi possiede un telefono cellulare che uno smartphone.”

Ovi Store
Ovi Store

Nei Paesi in cui è disponibile il servizio, gli utenti possono aggiornare i propri dispositivi grazie all’applicazione mobile Ovi Store, semplicemente selezionando l’icona dedicata nella cartella Download! del cellulare. Il client mobile è disponibile in inglese, tedesco, italiano, russo e spagnolo e supporta il pagamento tramite l’operatore in Italia, Spagna, Australia, Germania, Irlanda, Russia, Singapore e Regno Unito. In tutto il mondo l’addebito su carta di credito è disponibile tramite l’applicazione mobile e il sito.

Nel corso dell’anno verranno aggiunti nuovi Paesi, lingue, dispositivi e funzionalità. AT&T renderà disponibile Ovi Store per i propri clienti negli Stati Uniti entro il 2009.  

Ovi Store
Ovi Store

Ovi Store propone una gamma di contenuti in continua evoluzione sia gratuiti sia a pagamento. Migliaia fra i maggiori content provider e sviluppatori indipendenti stanno già distribuendo i loro contenuti, applicazioni e giochi tramite Ovi Store, mentre molti altri si iscriveranno alla piattaforma di distribuzione sul sito publish.ovi.com.

In Italia su Ovi Store fin da subito sono disponibili in esclusiva anche alcune applicazioni tutte italiane realizzate da sviluppatori e content provider locali, come ad esempio “Quo Vadis Baby” di Mixel scarl, “Vivaticket”, “Telepark” e “BOL” realizzate dal consorzio Movincom, e “Orologerie” di Zero9.