Continuano a susseguirsi le indiscrezioni riguardo la clamorosa decisione di Vodafone di non prendere in considerazione Nokia come proprio fornitore di cellulari UMTS, in tutti i paesi dove il colosso delle telecomunicazioni lancerà i propri servizi 3G, Italia compresa. Un’ulteriore conferma arriva dal quotidiano britannico The Indipendent, che con in abile giro di parole dichiara che nel momento in cui Vodafone aprirà commercialmente la propria rete UMTS, per quanto riguarda i telefoni cellulari Nokia sarà profondamente insoddisfatta.

Secondo Damian Reece, giornalista di The Indipendent, Nokia sarebbe divenuta leader di mercato grazie alla poca attenzione posta inizialmente da Motorola nei cellulari GSM. Questo avrebbe portato un numero sempre crescente di utenti ad abituarsi alla tradizionale interfaccia dei cellulari Nokia. La mancanza di un cellulare UMTS di Nokia nell’offerta di 3, continua Reece, sarebbe uno dei motivi dello scarso successo della compagnia telefonica nel Regno Unito.

Come molti sanno è la coreana Samsung l’azienda produttrice più quotata a diventare il principale fornitore di cellulari UMTS per Vodafone. Visti i mesi che ancora ci separano dal lancio commerciale in piena regola dei servizi 3G da parte di questa azienda telefonica, le scelte possono comunque essere ritenute non definitive. La rivelazione dell’ultima ora potrebbe essere Sanyo, che già fornisce cellulari UMTS in Giappone, mostrati oltretutto con disinvoltura da Vodafone in Europa sia in occasione dell’ultimo CeBIT di Hannover, sia durante il più recente Smau.