Dura presa di posizione di Nokia a seguito della ricerca effettuata da Test-Aankoop, un’associazione di consumatori belga e Altroconsumo, un associazione indipendente di consumatori italiana, che hanno affermato che tre delle batterie Nokia (BML-3, BMC-3 e BLC-2) non sarebbero protette dai cortocircuiti.

La casa finnica smentisce categoricamente queste affermazioni e dichiara che tutte le batterie Nokia sono conformi a rigidi requisiti in merito ai materiali e agli isolanti utilizzanti, nonché relativamente a un controllo continuo della produzione e a un’intensa attività di collaudo dei prodotti. In tutti i casi di esplosione di cellulari Nokia degli ultimi mesi, le batterie si sono sempre rivelati non originali e di dubbia manifattura. Nokia collabora costantemente con le autorità ai fini di adottare provvedimenti legali nei confronti di aziende o soggetti che vendono e distribuiscono accessori per telefoni cellulari non originali compatibili con i prodotti Nokia e non conformi ai rigidi requisiti di sicurezza e di qualità.