Novembre da record per Netflix da mobile, con numeri che mettono all’angolo tutto il resto dell’universo on demand. La piattaforma che consente la fruizione di film, serie tv e documentari in modalità in streaming su internet ha messo nelle tasche 86,6 milioni di dollari. Il bottino proviene esclusivamente dalle sue app per iOS e Android e la cifra è del 77% superiore a novembre 2017.

Il record precedente sui dispositivi mobili era stato segnato a Luglio 2018, quando il servizio aveva incassato circa 84,7 milioni di dollari .

Finora Netflix ha guadagnato più di 1,58 miliardi di dollari solo attraverso la sua app per smartphone e tablet.

Il motivo di tale boom è da ricercarsi nella tendenza dei consumatori a prediligere i servizi in streaming rispetto a quelli che necessitano di cavo e dispositivi aggiuntivi. Ben più economici ed adattabili alle esigenze del consumer moderno, piattaforme quali Netflix facilitano la fruizione di contenuti multimediali e della tradizionale TV, richiedendo esclusivamente una buona connessione.

Anche se la fetta più grande delle entrate proviene dagli Stati Uniti, i guadagni del colosso fondato in California crescono soprattutto sui mercati internazionali. Rispetto all’anno scorso gli incassi in Germania sono incrementati del 90%, il Brasile del 94%, la Corea del Sud del 107% e il Giappone del 175%.

I dati provengono dalle stime SensorTower. Non è chiaro come tale stima sia stata composta (la fruizione di Netflix è multipiattaforma e il pagamento è unico: con ogni probabilità la rilevazione mette assieme i pagamenti da mobile come formula standard per chi da mobile fruisce del servizio), ma il trend è chiaro ed è la nota più importante: Netflix cresce e continua il suo processo di riscrittura dell’esperienza video alternativa alla tv tradizionale.

 

Fonte: TechCrunch