E’ stato raggiunto un accordo fra gli assessori al Lavoro e all'Industria, il vice sindaco della Città di Torino, i rappresentanti dell'azienda e le organizzazioni sindacali, sulla procedura di mobilità riguardante i 327 lavoratori del Centro di Ricerca e Sviluppo Motorola di Torino, ai quali dal 27 gennaio verrà corrisposta una somma aggiuntiva alle competenze di fine rapporto.

Per il momento nessuna nuova azienda ha deciso di acquistare il Centro di Torino. Se ciò dovesse avvenire, tutti i lavoratori sarebbero assunti alle stesse condizioni economiche, e l'accordo raggiunto si intenderà decaduto.