D

anni tutto sommato contenuti ma comunque una minaccia da non sottovalutare, questa la visione che emerge sul panorama dei virus mobili dal rapporto semestrale di F-Secure.
Nel corso del 2006 e più precisamente nel mese di marzo il numero delle minacce per apparecchi mobili ha infatti superato quota 200 e si è affacciato anche il primo virus per piattaforma Java, denominato RedBrowser, che potenzialmente avrebbe potuto contagiare la maggioranza dei cellulari in circolazione.
Gli apparecchi più colpiti dai mobile virus sono gli smartphone che utilizzano la piattaforma software Symbian serie 60 (la più utilizzata dagli utilizzatori di smartphone).
Come già detto ancora i virus per i cellulari non hanno una diffusione (ed uno sviluppo) pari a quelli dei PC e quindi i danni provocati non sono elevati; soprattutto c’è ancora bisogno dell’intervento dell’utente ed è sufficiente non installare software ‘sospetto’ per evitare spiacevoli conseguenze.