Samsung torna ad usare processori in competizione tra di loro: non solo il processore di casa, l’Exynos, ma anche un processore Qualcomm. Ovviamente, la notizia non coglie di sorpresa nessuno, che il Galaxy S7 avrebbe avuto due processori diversi a seconda della zona di commercializzazione era stato spifferato in ogni dove. Ma ora, però, abbiamo l'ufficialità, visto che sono proprio Samsung e Qualcomm a dichiararlo attraverso propri comunicati stampa.

Samsung Galaxy S7 e S7 edge
Samsung Galaxy S7 e S7 edge

Sul processore Exynos 8 Octa, annunciato l'anno scorso, sappiamo quasi tutto: è il secondo processore di Samsung costruito con processo FinFet a 14nm, è a 64-bit e dotato dell'ultimo tipo di modem LTE integrato. Secondo le dichiarazioni ufficiali Samsung, dovrebbe essere 30% più potente e 10% più efficiente come consumi rispetto all'Exynos 7 (presente sul Galaxy S6).

Lo SnapDragon 820 è invece l'ultimo nato (e anche il più potente) dei processori targati Qualcomm. Sta spingendo l'LG G5 e, nel corso del 2016, lo ritroveremo in molti telefoni di fascia alta carichi di ambizioni.
LO Snapdragon 820 è un processore quad-core. Condivide con l'antagonista Exynos 8 Octa il processo di costruzione FinFet a 14 nanometri.