Il nucleo Nucleo commercio della Polizia municipale di Modena ha comminato ad un operatore di telefonia mobile una multa di 1032 euro per aver ostacolato l’esercizio del diritto di recesso da parte di un cliente, che aveva stipulato un contratto con l’azienda nel mese di aprile.

Il giorno successivo alla stipula, l’utente aveva provveduto a esercitare il diritto di recesso, ma nonostante questo ha continuato a ricevere dall’azienda ingiustificate richieste di pagamento. L’utente si era quindi rivolto a Federconsumatori, che aveva chiesto l’intervento della Polizia municipale. Una prima sanzione all’operatore telefonico era stata già inflitta dalla Polizia municipale lo scorso novembre, a tutela dello stesso cittadino.