A decidere se implementare, o meno, nella MIUI la status bar dinamica, per una distribuzione ottimizzata delle icone, sono stati gli stessi utenti dei telefoni con schermo waterdrop di Xiaomi. Il team di sviluppo del colosso cinese ha infatti lanciato un sondaggio che offriva l’opportunità ai possessori di uno Xiaomi di votare per il tipo di barra di stato che più preferivano.

L’attuale barra di stato

L’iniziativa è nata a fronte delle molteplici richieste avanzate dagli utenti Xiaomi di poter personalizzare la posizione in cui vengono visualizzate le icone sulla barra di stato, soprattutto con riferimento ai device in cui il produttore cinese è ricorso al notch a goccia per posizionare la fotocamera. In questi device, infatti, stando alle segnalazioni effettuati dagli utenti, l’attuale sistema MIUI posiziona tutte icone sulla parte sinistra della barra di stato, che risulta alquanto congestionata tra sveglia, batteria, connessione dati, WiFi e altre icone. La parte alla destra del notch rimane invece vuota.

La nuova barra di stato dinamica

Lo spazio a disposizione non viene quindi sfruttato al massimo. Ad alcuni questo può non creare alcun problema, ma Xiaomi sembra aver ricevuto numerosi feedback in merito, tanto da portare il team di sviluppo MIUI a pensare di sviluppare una visualizzazione dinamica della barra di stato sugli schermi con notch a goccia. Questo consentirà alle icone di posizionarsi anche sulla destra del notch, quando lo spazio sulla sinistra risulta terminato.

Dunque non verrà fornita realmente la possibilità di personalizzare la posizione delle icone nella barra di stato, come auspicato da molti, ma queste si distribuiranno in maniera automatica, posizionandosi dinamicamente dove c’è spazio. Questo significa che le icone potrebbero migrare tra il lato sinistro e il lato destro della barra di stato a seconda della situazione.

Nonostante questo piccolo disagio, sembra che  il 55,4% dei partecipanti al sondaggio abbia optato per la nuova barra di stato dinamica, sulla quale ora il team di sviluppo dovrebbe mettersi al lavoro, per renderla disponibile quanto prima.

Fonte: Gizchina