L’International Telecoms Union (ITU) giocherà un ruolo primario nella definizione e standardizzazione delle caratteristiche delle tecnologie per le comunicazioni mobili di quarta generazione, quelle che nei prossimi anni andranno a sostituire l’UMTS, ancora lontano dall’essere una concreta realtà di mercato. Nell’ultimo congresso dell’organizzazione, svoltosi a Ginevra il mese scorso, alla presenza di oltre 30 dirigenti delle principali società di telecomunicazioni sono state evidenziate le prime problematiche riconducibili alle tecnologie 4G.