La Commissione europea ha compiuto un passo decisivo a favore della promozione di servizi competitivi di televisione mobile nell’UE, pubblicando un insieme di orientamenti per l'autorizzazione della televisione mobile al fine di accelerare l'installazione del servizio in tutta Europa.
Si prevede che le entrate generate dalla televisione mobile giungeranno ad oltre 7,8 miliardi di euro nel 2013. I servizi commerciali lanciati prima dell'estate 2008 in alcuni paesi europei confermano la domanda crescente dei consumatori: nei soli Paesi Bassi 10 000 utenti si sono abbonati al servizio all'inizio dell'autunno. Gli Stati membri devono ottenere l'autorizzazione per i servizi di televisione mobile prima che gli operatori possano lanciare qualsiasi offerta commerciale.

"Il successo delle operazioni commerciali di lancio della televisione mobile in Austria, Italia, Finlandia e Paesi Bassi ha dimostrato che l'efficienza delle procedure di autorizzazione costituisce un fattore cruciale per la rapida diffusione della televisione mobile. In Austria 5 000 cittadini utilizzavano la televisione mobile nelle prime settimane del suo lancio. Con l'aumento delle vendite previsto nel periodo natalizio, molti più cittadini europei dovrebbero avere la possibilità di guardare la televisione nel corso dei loro spostamenti", ha dichiarat