Il futuro di iOS 9 pare sarà molto diverso dal presente di iOS 8: Apple, come è ovvia, sta già lavorando per lo sviluppo della prossima major release del suo sistema operativo mobile, quello che sarà lanciato non prima di diversi mesi, ma nel contempo non può certo trascurare l’attuale versione in distribuzione. Le novità più importanti sono dietro l'angolo, e poi occorrerà provvedere a ripulire e risistemare il codice dell'intero OS che ha attraversato molti cambiamenti in questi anni.

Nella beta di iOS 8.3, distribuita ieri agli sviluppatori, si affacciano per la prima volta funzioni molto attese dai fan della Mela, come il supporto a CarPlay ovvero l'idea di Apple per l'integrazione dei suoi smartphone con le autoradio predisposte, o l'introduzione di nuove emoji molto apprezzate nelle chat via iMessage o Whatsapp. Non manca neppure una maggiore integrazione con l'autenticazione a doppio-fattore di Google, un'ottima notizia per i tanti che controllano la posta gli altri servizi di Mountain View attraverso il proprio device iOS.

Apple CarPlay
Apple CarPlay

Il codice, soprattutto quello relativo a CarPlay, è in stato avanzato di sviluppo ma non è ancora pronto per il grande pubblico: sussistono ancora delle limitazioni, che saranno risolte più avanti come è lecito attendersi in questa circostanza. iOS 8.3 infatti è distante parecchie settimane dall'essere rilasciato: al momento si attende ancora la release di iOS 8.2, la versione che dovrebbe debuttare in contemporanea all'Apple Watch e che porterà in dote proprio le opzioni e le app necessarie a gestire lo smartwatch di Cupertino tramite lo smartphone.

Nonostante questo, però, non mancano già neppure le indiscrezioni su iOS 8.4: in quella release dovrebbe invece essere contenuta l'integrazione dei servizi Beats per lo streaming nell'offerta di iTunes, ovvero Apple dovrebbe finalmente mettere a frutto la sua acquisizione più importante del 2014 per rincorrere Spotify e Pandora nel business musicale on-demand. Sarà un momento cruciale per Apple, che per anni ha fatto il bello e il cattivo tempo con la vendita della musica attraverso iTunes sotto forma di MP3 e file AAC: la preferenza degli utenti si è spostata verso le offerte in streaming pagate con una quota fissa mensile, e l'azienda non può perdere questo treno se vuole mantenere la propria rilevanza nel mercato musicale.

iOS 8
iOS 8

Dopo tutto questo, poi, arriverà il momento di fare ordine nella piattaforma: iOS 9 sarà l'equivalente di quanto è stato Snow Leopard per OS X, ovvero l'occasione per rimettere ordine nel codice del sistema operativo e ottimizzare al meglio il software per garantire che costituisca le fondamenta solide dell'ecosistema Apple. Naturalmente questo non significa che mancheranno le novità per gli utenti finali: ma i tecnici si stanno già dando da fare per garantire che sotto il cofano tutto possa funzionare al meglio, un vero e proprio tagliando che permetterà di riorganizzare e riordinare tutte le funzioni introdotte nella lunga corsa di iOS partita nel 2007.