Non è la prima volta che vediamo un sistema operativo girare su un altro sistema operativo. L’esempio più famoso è quello di Windows, che da qualche anno gira sulle macchina di Apple.

 
Da oggi, vedremo girare applicazioni per Android sul nuovo BlackBerry Playbook. Non si tratta però di un emulatore, perché qui è proprio presente il codice di Android, in una sorta di sottosistema operativo, sul quale gireranno applicazioni fino alla versione 2.3. La notizia è di grande interesse, perché il porting di Android 2.3.3 permette alle BlackBerry Runtime for Android Apps di girare su Playbook, il che a sua volta significa migliaia di applicazioni Android a disposizione degli utenti.
 
La data da segnare sul calendario è quella del 7 febbraio, quando sarà rilasciato l'aggiornamento che permetterà di scaricare le applicazioni direttamente dall'App World. Per l'utente non cambia nulla. Importante per gli utenti, questa notizia, ma importante anche lato sviluppatori. Che magari non sono molti a lavorare sull'App World, ma il 13% di questi guadagna circa 100.000 dollari dalle App su App World, che tradotto significa grande appetibilità a fronte degli altri Market dei competitor.
 
Ci sono cinque livelli di compatibilità lato sviluppatore, ma sul catalogo che sarà reso disponibile solo chi raggiunge il 100% potrà avere spazio, un fatto interessante perché, per esempio, i programmi che richiedono l'uso di hardware diverso da GPS, fotocamera e dati non funzioneranno. Le applicazioni a valore saranno poi sviluppate sempre su piattaforma BlackBerry, con il porting che sarà dedicato alla fascia consumer.
 
Il progetto, che ad alcuni potrebbe sembrare fine a se stesso, è invece un passo importante compiuto in vista dell'attuazione della piattaforma QNX bb10.