Oltre a continuare a mietere vittime tra la popolazione ed ad avere creato una sindrome di paura in tutto il mondo, la SARS (Severe Acute Respiratory Sindrome), la cosiddetta polmonite atipica, ha colpito anche i profitti dei gestori mobili dell'area. La paura del contagio sta tenendo lontani molti viaggiatori e turisti dalle zone colpite, in particolare da Hong Kong e Singapore e le importanti entrate provenienti dal roaming di utenti esteri sono crollate su ambo le isole a seguito dello scoppio dell'epidemia.

Le previsioni degli operatori mobili locali non sono affatto positive, anzi. La riduzione degli incassi del roaming varia dal 10 al 15% attualmente, ma dovrebbe calare ulteriormente col passare delle settimane. La polmonite atipica, che ha già causato quasi 100 vittime in tutto il mondo, è partita proprio dalla regione cinese sovrastante Hong Kong e si è velocemente diffusa ad altri paesi dell'area. Ad avere i minori problemi sul calo del roaming sono i gestori cinesi, che non hanno mai fatto troppo affidamento sulle entrate provenienti da clienti di altri operatori esteri.