Apple si prepara ad annunciare grossi cambiamenti nel modo in cui gestisce le versioni beta dei suoi aggiornamenti per iOS, il sistema operativo per iPhone, iPad e iPod Touch. Le indiscrezioni più recenti indicano infatti che, a partire dalla versione 8.3, la cui distribuzione è prevista per marzo, l’azienda di Cupertino garantirà l'accesso alla beta anche a persone che non facciano parte del programma per sviluppatori. Una modalità molto simile a quella che, nel 2014, Apple istituì per far provare la nuova versione Mac OS X Yosemite prima dell'effettivo lancio ufficiale di ottobre insieme ai nuovi Mac.

iOS 8.3
iOS 8.3

In quel frangente le persone esterne allo sviluppo di applicazioni che poterono provare in anteprima Yosemite furono circa 1 milione. Le fonti anonime di 9to5mac indicano invece che saranno molti di meno gli utenti che potranno provare iOS 8.3 e le versioni successive: circa 100.000. In questo modo, Apple si assicura innanzitutto che eventuali bug non coinvolgano troppe persone (comunque consapevoli che si tratta di una versione non ufficiale e in sviluppo) e mantiene un alone di esclusività attorno al software prima della disponibilità ufficiale per tutti gli utenti.

La successiva versione della beta di iOS 8.3 sarà lanciata nella stessa settimana di marzo per sviluppatori e utenti "normali". Non è ancora chiaro, al momento, come gli utenti potranno provare ad accedere a questo programma esclusivo di testing. Così facendo, però, l'azienda vuole fare in modo che le versioni finali e pubbliche del suo OS siano afflitte da meno bug possibili. Alcuni degli ultimi aggiornamenti hanno mostrato non pochi problemi e hanno lasciato dubitare dell'effettiva capacità di Apple di provare a dovere il software prima di darlo in pasto agli utenti.

Più in dettaglio, iOS 8.3 "Stowe" introduce: il supporto al CarPlay, l'applicazione per automobili di Apple; una versione aggiornata delle emoji nella tastiera predefinita; update vari all'assistente virtuale Siri; accesso semplificato ai servizi Google. iOS 8.4 dovrebbe invece rappresentare il debutto del servizio di streaming musicale basato su Beats Music, azienda acquisita da Apple lo scorso anno.

Le prime beta di iOS 9, la prossima "major release" di Apple, sono previste invece dopo giugno, mese in cui l'azienda guidata da Tim Cook terrà a San Francisco la Worldwide Developers Conference 2015 incentrata sullo sviluppo per computer Mac OS X e dispositivi mobile. Nome in codice "Monarch", iOS 9 sarà poi lanciato ufficialmente insieme ai nuovi iPhone a settembre, come abitudine commerciale di Apple.

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum