Stando ad una ricerca, la configurazione da 1TB per il futuro iPhone 13 potrebbe aiutare Apple a recuperare il ritardo con Android.

iPhone 13 punta a 1TB

Una ricerca appena pubblicato da Counterpoint afferma che nel 2020 l’industria degli smartphone ha superato il limite medio di 100 GB di capacità di archiviazione. Dopo Huawei – in testa con una media di 150 GB – Apple comprende gli utenti che richiedono maggiore spazio, con la tendenza ad acquistare iPhone che hanno una media di 141 GB di storage interno.

Tra il 2019 e il 2020, i modelli di iPhone da 128 GB hanno registrato una crescita annuale delle spedizioni, mentre i modelli da 64 GB hanno registrato un calo dell’1% nello stesso periodo (ricordiamo che le analisi precedenti avevano asserito che l’iPhone 11, l’11 XR e l’11 Pro Max da 64 GB rappresentassero la metà delle spedizioni di Apple nel periodo 2019-2020.

Inoltre, con il successo degli iPhone 12 Pro da 128 GB, 256 GB e 512 GB, l’iPhone 13 in arrivo quest’anno potrebbe spingere il colosso di Cupertino a sostituire il modello base da 64 GB con quello 128 GB.

Counterpoint afferma che i modelli di smartphone da 128 GB stanno rapidamente diventando lo standard minimo per le capacità di archiviazione, nella fascia medio-alta del mercato.

Ma perché gli utenti desiderano più spazio di archiviazione nei loro smartphone? Secondo un recente sondaggio di 9to5Mac, il 70% degli intervistati ritiene che lo spazio di archiviazione da 1 TB previsto per l’iPhone 13 sia “eccessivo”. Tuttavia, oltre il 12% degli intervistati afferma che acquisterà sicuramente il modello di melafonino con questa capacità di storage, mentre l’11% dichiara che potrebbe farlo.