Da sempre Apple, per i proprio device, mobile e non, ha prodotto dei connettori proprietari, sia iPhone e iPad che per iBook e Macbook. A parte il jack per le cuffie, praticamente ogni altro connettore per i dispositivi della mela morsicata in passato era differente da quello previsto per i device di qualsiasi altro marchio. Con il tempo questa politica restrittiva si è ammorbidita, tanto che per i suoi iPad Pro Apple ha già introdotto i connettori con standard USB Type-C, che consentono una ricarica più veloce e sono decisamente più compatibili con una moltitudine di accessori. Tra l’altro questo standard viene utilizzata da Apple anche sui suoi computer portatili come connessione esclusiva.

E ora casa di Cupertino si prepara a di dire addio al connettore Lightning per caricare i suoi prossimi iPhone 11, dando finalmente il benvenuto al ben più diffuso e compatibile connettore USB Type-C. Si tratta di una notizia che circola in rete già da qualche tempo ma che, per ora ancora, non è ancora stata confermata ufficialmente da Apple.

A rendere questa possibilità altamente probabile è ora un’immagine emblematica pubblicata su Twitter: a confermare che Apple intende abbandonare il connettore Lightning proprietario sugli iPhone per lasciare spazio all’USB-C è stata la schermata di ripristino della nuova versione del sistema operativo degli iPhone, iOS 13 Beta, che mostra un cavo USB-C che punta a un computer al posto del consueto un cavo Lightning che punta a iTunes.

Si tratterebbe di una svolta importante mobile per gli utenti della mela morsicata, che non dovrebbero più spendere soldi per acquistare adattatori. D’altra parte questa decisione comporterebbe minori entrate per Apple stesso, che perderebbe tutta quella fetta di guadagni derivanti dalle vendite di Lightning a produttori di accessori di terze parti. Per sapere se effettivamente Apple stia realmente pensando di spostare l’intera linea di iPhone su USB-C bisognerà attendere notizie ufficiali e l’uscita nei nuovi iPhone 11.

Fonte: Twitter