Intel
ha finalmente annunciato i nomi dei due nuovi processori ARM per terminali mobili.
Si tratta dei PXA210 e PXA250, entrambi della famiglia XScale. I nuovi processori
avranno una velocità rispettivamente di 200 e 400 Mhz, ma, soprattutto, consumeranno
la metà dell’ammontare energetico utilizzato dall’attuale StrongARM SA-1110.

Intel ha anche aggiunto che i due
processori XScale sono pienamente compatibili con il futuro sistema operativo
Palm OS 5.0, senza però aggiungere se i primi PDA che Palm produrrà con il nuovo
OS utilizzeranno XScale. In realtà già Palm, in occasione della conferenza PalmSource,
aveva annunciato che i primi PDA basati su Palm OS 5.0 avrebbero utilizzato
processori prodotti da Texas Instruments. In compenso è stata Toshiba a riferire
che i due processori XScale saranno base fondamentale dei suoi prossimi palmari.

Le capacità dei nuovi processori
consentiranno una migliore fruizione multimediale, di audio, video e giochi,
incrementando il numero di frames al secondo, migliorando il suono e rendendo
possibili nuovi effetti speciali grafici. La produzione di massa inizierà a
breve, ma già adesso è possibile, per le aziende interessate, acquistare i primi
quantitativi di processori XScale, a 40 dollari l’uno per il PXA250 e 19 dollari
l’uno per il PXA210, ovviamente sempre con un minimo d’ordine di 10 mila esemplari.