La società svedese Picofun,
specializzata in giochi per cellulari WAP, ha rivelato che il 2001 si è concluso
con un forte aumento dell’utilizzo dei propri videogiochi via WAP. Si è passati,
infatti, da 500.000 minuti di gioco del 2000, a 12 milioni di minuti del 2001.

L’aumento è stato, quindi, del
2.000%, un vero e proprio boom, da ricercare in diverse motivazioni. In primis
le migliorie apportate ai giochi, che prima erano semplici rompicapo via SMS,
adesso, invece, sono dei veri e propri videogames, poi il largo numero di contratti
firmati da Picofun con diversi operatori in tutta Europa, che hanno permesso
di allargare la diffusione dei propri giochi, l’alto numero e la varietà dei
vari giochi e infine, ma non per questo meno importante, un aumento generale
dell’utilizzo del WAP in Europa.

Picofun ha chiuso il 2001 con risultati,
quindi, lusinghieri, compresi accordi con operatori di 14 paesi, lo sbarco negli
USA, l’ottima qualità dei propri game designers. Il 2001 per i dirigenti di
Picofun è stato il primo vero anno nel quale vi è stato un vero e proprio mercato
dei videogames per cellulare, cosa che non potrà che migliorare, visto l’arrivo
in massa del GPRS e, per fine anno, delle prime reti UMTS, che consentiranno
di sviluppare giochi sempre più complessi ed accattivanti.

L’obiettivo ambizioso per il 2002
è arrivare a 40 milioni di minuti di gioco via WAP, numero che può, adesso,
sembrare irraggiungibile, ma, visti i ritmi di accrescimento del mercato, nulla
pare, ormai, impossibile.