Il Lawrence Livermore National Laboratory negli USA ha svelato un nuovo prototipo di cellulare con particolari funzioni antiterrorismo. Il RadNet, infatti, non solo può ricevere ed effettuare telefonate, ma anche fungere da sensore anti radiazioni per svelare la presenza di eventuale materiale radioattivo.

Il nuovo telefonino possiede anche funzioni da palmare e GPS integrato. Il dispositivo è stato appositamente sviluppato per aiutare le forze dell’ordine nella lotta al terrorismo e per rendere più sicure le città. Il RadNet sarà sviluppato come una parte importante di una novella rete anti terrorismo per verificare la presenza di materiali radioattivi clandestini o bombe di fabbricazione non convenzionale. Entro pochi mesi il Lawrence Livermore National Laboratory produrrà i primi esemplari perfettamente funzionanti del RadNet.