È indubbio che una delle novità più apprezzate degli iPhone 6s e 6s Plus sia il 3D Touch, ovvero la tecnologia che consente di sfruttare la pressione del dito degli utenti sul display come ulteriore metodo di input, che ha portato con se un modo nuovo di interagire con lo smartphone nella quotidianità.
Visto appunto l’apprezzamento degli utenti, ci si aspettava che questa tecnologia arrivasse anche su Android in maniera diffusa, e invece i nuovi top gamma presentati al Mobile World Congress 2016 sono sprovvisti del 3D Touch.
Ad oggi la sola Huawei ha provato ad introdurre una sistema simile in una edizione del Mate S, equipaggiata con quella che l'azienda cinese ha chiamato Force Touch.

Mate S con Force Touch
Mate S con Force Touch

Stando ad un'indiscrezione trapelata da poche ore pare che, come spesso accade nel mondo del robottino verde, sarà ancora una volta Google a tracciare la strada, implementando il 3D Touch nel prossimo Nexus che dovrebbe essere realizzato da HTC. Ovviamente, per poter fare questo, il colosso di Mountain View introdurrà il supporto nativo al 3D Touch direttamente nella nuova versione del robottino verde, quell'Android N che vedrà la luce proprio con la nuova generazione di Nexus.

Questo permetterà ai vari produttori di smartphone che adottano l'OS di Big G di poter implementare molto più facilmente il 3D Touch nei propri dispositivi, facendolo magari diventare una feature standard almeno nei top gamma Android, un pò come avvenuto in passato con altre tecnologie come l'NFC.
In ogni caso, la nuova versione di Android accompagnata dalla nuova generazione di Nexus dovrebbero essere presentati nel terzo trimestre del 2016, per cui non ci resta che attendere per poter verificare se queste indiscrezioni si riveleranno veritiere.