Non sottovalutare la forza di una semplice vocale. È bastata una "i" ad Apple per creare una sorta di marchio di fabbrica: da iPhone ad iPod per passare attraverso software come iTunes, la vocale col pallino in testa ha avuto la stessa pregnanza di un logo. Come la mela.
Poi, però, nel momento della presentazione del suo primo smartwatch, quando tutti si aspettavano un coerentissimo iWatch, Cupertino si è presentato con il nome "AppleWatch" spiazzando tutti.

Apple Watch Sport
Apple Watch Sport

Ora, però, sembra che all’orizzonte ci sia un ritorno di fiamma: la denominazione "iWatch" starebbe per ritornare prepotentemente sulla scena. La seconda generazione dell'indossabile di Apple in uscita prevista per il 7 settembre dovrebbe chiamarsi, appunto, iWatch.

È noto che Apple ha depositato, infatti, i diritti su tale nome in diversi paesi. Proprio una settimana fa la casa di Cupertino ha depositato il marchio in Asia. Secondo un analista di KGI Securities, addentro al mondo della mela morsicata, ci saranno due differenti versioni del nuovo Apple Watch, entrambi senza connettività cellulare stand-alone (saranno quindi legati ancora al pairing con l'iPhone).

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum