Nokia è stata fin dall’inizio una delle principali aziende sostenitrici della tecnologia di trasferimento dati Near Field Communication (NFC), il cui vantaggio consiste nell’effettuare transazioni finanziarie in tutta sicurezza e di scambiare informazioni tra due terminali dotati della medesima tecnologia con una velocità nettamente superiore al Bluetooth od al WiFi.

 

A dimostrazione di questo, sono da oggi in funzione 90 postazioni NFC all’interno del Museum of London, attraverso le quali i turisti ed i visitatori potranno interagire con la postazione e scaricare (gratuitamente) sul proprio smartphone dotato di tecnologia NFC informazioni di approfondimento sulle opere d’arte esposte.

 

L’investimento è totalmente a carico di Nokia, diversamente da quanto avvenuto al Centro Pompidou per il quale l’esborso finanziario era stato effettuato direttamente dal Governo francese.