In genere è un ruolo che adora mantenere Samsung, ma questa volta sembra sia stata Huawei la prima a reagire dopo la fine della conferenza di presentazione dei nuovi iPhone. Naturalmente, il colosso cinese ha  preso in giro Apple in maniera sottile, sottolineando l’arrivo del nuovo Mate 20.

Grazie Apple

Il tweet pubblicato da Huawei, subito dopo la fine del tradizionale keynote del gigante di Cupertino, era abbastanza arguto e senza riferimenti specifici.

“Thank you for keeping things the same. See you in London. 16.10.18”

“Grazie per aver mantenuto le cose uguali. Ci vediamo a Londra. 16.10.2018”. Con una frase e nessun hashtag di riferimento diretto, il gigante cinese ha espresso il suo parere sui nuovi iPhone.

Secondo l’azienda non ci sarebbero dunque grandi novità, in grado di fronteggiare realmente l’arrivo di Huawei Mate 20, previsto appunto il 16/10/2018 durante un evento che si terrà a Londra.

Il Tweet, disponibile a questo indirizzo , è corredato da un video teaser del phablet in procinto di essere ufficializzato. Sembra dunque che Huawei non abbia alcuna paura dei nuovi melafonini, nemmeno di iPhone Xs Max, che in teoria sarebbe concorrente diretto di Huawei Mate 20.

Apple A12 Bionic non è “la stessa cosa”

Per quanto sia divertente, oltre che evidentemente di parte, il commento di Huawei, la realtà è diversa. Almeno oggettivamente.

Il nuovo processore integrato in tutti e tre i nuovi iPhone, incluso quello più economico, è degno di nota. Soprattutto se il focus è l’intelligenza artificiale.

Il SoC, realizzato con architettura a 7 nanometri è un esa core supportato da un co-processore dedicato all’AI da ben 8 core. Non si può certo affermare che, lato hardware, il gigante di Cupertino sia rimasto a guardare.

Anche i nuovi iPhone sfrutteranno in modo nuovo il machine learning, mettendolo al servizio degli utenti. Resta da capire in che modo lo faranno, sul campo. E magari confrontarli anche con Huawei Mate 20. Solo allora potremo sapere quale fra i due è “più intelligente”.