Mancano ormai pochi giorni all’ufficialità di Huawei Mate 20 Pro, prevista per il 16 ottobre. L’ultima foto trapelata in rete è stata “rubata” in metro mentre il device era nelle mani di un tester, presumibilmente interno all’azienda.

Blu: bellissima colorazione, ma!

Non ci si può confondere, è proprio lui. Il back panel di Huawei Mate 20 Pro è riconoscibile dal particolare assetto della fotocamera principale. I tre sensori si allineano con il flash LED a formare un quadrato al centro del pannello posteriore. Dunque, quello nelle mani dell’uomo sulla metropolitana è decisamente il non ancora ufficiale ultimo phablet flagship del gigante cinese.

Le foto in realtà sono due, la seconda mostra il pannello frontale. Purtroppo però il device era spento oppure in stand-by, dunque risulta impossibile evincere molti dettagli. Tuttavia, è possibile apprezzare i bordi arrotondati grazie al riflesso della luce sul device.

Il terminale è nella colorazione Blu, almeno così sembra. A spaventare un po’ è la cospicua quantità di impronte digitali presenti sul pannello posteriore. I casi sono due: il trattamento oleofobico è insufficiente oppure, probabilmente, non è stato ancora applicato trattandosi di unità di pre-produzione.

Ad ogni modo, lo sguardo d’insieme mostra un terminale stretto ed allungato, dalle dimensioni non proprio contenute. Del resto, per quanto i bordi possano praticamente essere assenti, si tratta pur sempre di un device con un display da 6,4″.

I tempi sono maturi

La foto di Huawei Mate 20 Pro scattata in un momento di vita quotidiano, senza alcun set di luci e fotocamere professionali, non fa che accrescere la curiosità di utenti ed addetti ai lavori.

Ormai conosciamo tutto di Mate 20 Pro e della sua versione standard. I tempi sono maturi e non manca che l’ufficialità, prevista per il 16 ottobre, a confermare la potenza del primo device dell’azienda ad essere equipaggiato con il processore Kirin 980 ed il suo doppio chip dedicato all’intelligenza artificiale.