Un Huawei Mate 20 come fotocamera subacquea? Ni. Nel senso, l’azienda potrebbe averlo previsto, ma c’è da pensarci due volte prima di immergere il proprio device in acqua. Il leak proviene dal teardown dell’APK della fotocamera di Mate 20 e Mate 20 Pro.

Scattare foto ai pesciolini con lo smartphone? Perché no!

I colleghi di XDA Developers hanno analizzato il codice del software che sarà a bordo dei prossimi flagship Huawei e sono riusciti a scoprire cose molto interessanti. La più bizzarra è certamente la modalità subacquea, che consentirebbe di scattar foto sott’acqua.

Si tratta di una feature che essenzialmente, stando a quanto rivelato dall’analisi dell’APK, trasformerebbe i pulsanti dello smartphone in tasti di azione rapida. 

Volume in giù per scattare foto, volume in su per fare video e testo accensione/spegnimento per attivare e disattivare la fotocamera dello smartphone. Niente di più semplice: costume da bagno, Huawei Mate 20 (o Mate 20 Pro) e sarete pronti a far foto a tutta la flora e la fauna subacquea. Oppure ai vostri amici, chiaramente.

Una funzione molto strana, la cui realizzabilità é da prendere con le pinze. Come spiegato da XDA Developers, non è detto che quanto rivelato nei teardown sia poi effettivamente implementato nelle versioni definitive. Tuttavia un video teaser di Huawei Mate 20 – comparso solo come leak – confermerebbe la feature.

Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro non saranno subacquei

Il dettaglio non è da sottovalutare. I device non saranno subacquei, ma sicuramente impermeabili (certificazione IP67). C’è una bella differenza, quella che spesso spedisce i device in assistenza quando non viene capita.

Sembra però che Huawei abbia pensato anche a questo: un sacchetto protettivo, come ce ne sono già in commercio, pronto a proteggere il device mentre siete intenti a scattar foto in fondo al mar.

Una piccola borsetta di plastica e potrete immergere il costosissimo device, con il rischio che la custodia non sia stata chiusa alla perfezione. L’idea è carina, la modalità subacquea ancora di più. Ma non sarebbe meglio una action cam da 50€ presa su Amazon invece di immergere un terminale da centinaia di Euro in acqua per avere i ricordi delle vacanze?