Il mercato degli smartphone con schermo curvo non è una totale novità ma, se si escludono i due modelli di LG Flex e i tre Edge di Samsung (Galaxy S6, Galaxy S7 e Galaxy Note), è composto praticamente da nessun altro dispositivo. Le cose però potrebbero cambiare a breve visto che due produttori cinesi sembra abbiano intenzione di entrare in questa partita.
Stando a quanto riportato dal sito cinese di tecnologia MyDrivers, Xiaomi e Huawei starebbero lavorando a due nuovi smartphone con display curvo. Uno ciascuno. Data di lancio prevista: settembre 2016. I due principali produttori di cellulari di Cina per i loro nuovi prodotti si avvarrebbero di schermi curvi forniti da due partner sudcoreani: LG e Samsung. Xiaomi dovrebbe integrare display realizzati da LG, mentre Huawei dovrebbe utilizzare display di Samsung.

LG G Flex
LG G Flex

Difficile dire sin d’ora quale sarà il design scelto da questi brand per i loro nuovi modelli di cellulare curvo; non è detto che seguano le scelte compiute in passato da altri produttori, come la curvatura dell’intero pannello, vista per i Flex, o i bordi curvi dei Galaxy Edge. Potrebbero anche battere sentieri sinora inesplorati, anche perché più andiamo avanti, più la tecnologia avanza, per cui le soluzioni di display modellabile degli anni scorsi potrebbero già essere state ampiamente superate – anzi quasi sicuramente lo sono. Più difficile invece pensare che Samsung e LG abbiano in casa soluzioni avanzatissime mai usate prima e decidano di concederle in prima battuta a degli agguerriti competitor, come sono al momento Xiaomi e Huawei. Ad esempio LG – visto lo scarso successo dei modelli Flex – potrebbe impiegare d’ora in avanti pannelli con differente tipo di curvatura, ma di certo non li metterebbe in produzione per darli in uso a Xiaomi.

Galaxy S6 e S6 Edge
Galaxy S6 e S6 Edge

Sempre in base a questa fonte, il nuovo apparecchio curvo di Xiaomi dovrebbe montare un SoC Qualcomm Snapdragon 820, 4GB di RAM e una fotocamera posteriore da 16 megapixel. Prezzo previsto: circa 3.000 yuan (ossia 400 euro). Sul modello di Huawei, invece, è prevista la presenza di un SoC Kirin 950 – prodotto in casa dalla sussidiaria HiSilicon – e di 4GB di RAM. In questo caso il prezzo salirebbe a 4.000 yuan (circa 540 euro).

Samsung Galaxy S7 Edge
Samsung Galaxy S7 Edge

Al momento, comunque, su questa fuga di notizie non ci sono conferme dalle aziende direttamente interessate. La competizione, in corso da circa 3 anni, nel comparto degli smartphone dotati di display curvo non è mai stata particolarmente accesa. Forse l’arrivo di nuovi player potrebbe darle un po’ più di vivacità, sempre presumendo che riesca ad andare incontro ai gusti dell’utenza mondiale. Cosa non del tutto scontata.