Solo qualche giorno fa, durante l’evento tenutosi durante IFA 2018, il presidente di Honor – Zhao Ming – teneva fra le mani il prototipo del prossimo Magic 2. Il borderless premium sarebbe già entrato nella fase della produzione di massa. Tuttavia, non ci sono conferme di alcun genere sul presunto periodo di presentazione del flagship.

Come OPPO Find X e Xiaomi Mi Mix 3, lo slider vince sul notch

 

Un vero display full screen non può scendere a compromessi con la presenza del notch. Lo sa bene OPPO, precursore dello slider per mostrare e nascondere le fotocamere, al quale si sono affiancati Xiaomi ed Honor. Per entrambi, c'è la conferma ufficiale dell'adozione di questo genere di sistema, sebbene né Mi Mix 3 né Magic 2 siano ancora stati presentati.

La differenza fra OPPO Find X ed il prossimo flagship di casa Honor è la tipologia di slider scelto. Il primo è motorizzato mentre il secondo sembra essere meccanico. Un dettaglio non confermato, ma – al momento di mostrare il prototipo durante IFA – il presidente sembrava aprire e chiudere il comparto fotografico facendo scivolare la mano. Un sistema molto simile a quello di Xiaomi Mi Mix 3, almeno stando all'ultimo video leak sul terminale che circola in rete.

Secondo alcune fonti, Honor potrebbe sfruttare anche parte del meccanismo presente in Huawei ShotX (Honor 7i), ufficializzato nel 2015 e dotato di fotocamera rotante.

Massimo focus sull'Intelligenza Artificiale 

Fra le informazioni rilasciate dello stesso presidente ad IFA 2018, c'è la conferma del processore. Il neonato Kirin 980, prodotto in casa Huawei, sarà a bordo di Magic 2. Sembra quasi superfluo specificarlo, ma anche per questo flagship la caratteristica predominante sarà l'intelligenza artificiale.

Una combinazione hardware (ricordiamo che anche il nuovo SoC ha un'unità di elaborazione neurale dedicata) e software che punta a portare su nuovi livelli l'esperienza utente.

Come abbiamo ampiamente apprezzato su altri smartphone sia Honor che Huawei, l'impiego dell'AI sui device ha ripercussioni positive direttamente sull'utilizzo quotidiano da parte dell'utente finale. Honor Magic 2 non sarà da meno, anzi. Fra i progetti, c'è la combinazione dell'Intelligenza Artificiale al meccanismo scorrevole per mostrare e nascondere la fotocamera (molto probabilmente le fotocamere) del flagship. 

Fra le altre caratteristi hardware confermate c'è la presenza del sistema di ricarica rapida da 40W, denominato Magic Charge. Zhao ha tranquillizzato tutti specificando che la tecnologia non è affatto rischiosa, soprattutto perché protetta da 15 livelli. Meno probabile invece la presenza di un modem 5G. Huawei sta lavorando sulla tecnologia, ma è ancora presto per implementarla.

 FONTE