C’è grande fermento nel mondo dei browser per telefonini. Se fino ad oggi dobbiamo ammettere che questa è stata forse l'applicazione "cenerentola" viste le limitate funzionalità e capacità (specie se paragonate alle prestazioni ottenibili con un PC), adesso sembra che le cose stiano iniziando a muoversi, attraendo l'attenzione dei maggiori browser vendor mondiali.

Opera Mini
Opera Mini

Tanto interesse nasce dal fatto che secondo gli ultimi dati, fino al 2007, sono stati distribuiti solo 77 milioni di software per open-Internet browser; gran parte di questi supportavano un set minimo di funzionalità e solo recentemente, almeno sugli smartphone, abbiamo iniziato a vedere servizi come AJAX, RSS e plug-in per flash; ma siamo solo all'inizio, le previsioni infatti dicono che entro il 2013 verranno distribuiti ben 700 milioni di browser mobile. Che siano a pagamento o freeware, questo poco conta, perchè comunque si tratta di una torta molto appetitosa per tutti i possibili ritorni in pubblicità e servizi annessi che se ne possono trarre.

Openwave Browser
Openwave Browser

La battaglia in questo campo è apertissima, e a differenza dei Pc, dove il mercato è in gran parte spartito da Internet Explorer e Mozilla, quello dei telefonini vede un più ampio numero concorrenti come Opera, Access ed Openwave.
Il generalizzato abbassamento delle tariffe sulle connessioni dati e lo sviluppo di tecnologie che codificano i dati lato server, riducendo quindi i tempi di download, giocano a favore degli smartphone, ed stanno animando un grande fermento negli sviluppatori di questo settore, che stanno riducendo, giorno dopo giorno, l'innegabile gap ancora esistente con i browser di Pc e laptop.

 

Commenti
Commenti
    Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti.
    Per commentare e partecipare alla discussione come utente registrato visita il forum