Google non è stata la prima azienda a fornire le patch di sicurezza mensili per i suoi smartphone. Abbiamo infatti segnalato che il Nokia 6 è stato uno dei primi dispositivi a ottenere la patch di sicurezza di luglio, prima che Google potesse rilasciare lo stesso update per Nexus e Pixel. La società di Mountain View non ha però atteso molto e ha infatti lanciato il roll-out dell’atteso aggiornamento.

Il security bulletin della patch di luglio
Il security bulletin della patch di luglio

Coloro che possiedono un dispositivo Nexus o Pixel, vedranno quindi arrivare l'update in modalità OTA nei prossimi giorni. Le patch di sicurezza di luglio sono disponibili per i seguenti dispositivi: Pixel, Pixel XL, Nexus 6P, Nexus 5X, Pixel C, Nexus 6, Nexus 9 e Nexus Player. Secondo Google, il problema più importante risolto in questo aggiornamento riguarda una vulnerabilità critica nel framework multimediale che potrebbe consentire a un malintenzionato di eseguire codice arbitrario nel contesto di un processo privilegiato.