I nuovi Google Pixel 3 – e versione XL – saranno ufficiali il prossimo 9 ottobre. I tantissimi leak, ufficiali e non, hanno permesso di avere un quadro decisamente chiaro di come saranno i prossimi top di gamma del gigante di Mountain View. In attesa dell’evento, i più curiosi hanno la possibilità di scaricare, in alta risoluzione, gli sfondi che saranno presenti sui device.

Come scaricare gli sfondi dei nuovi Google Pixel 3

A mettere a disposizione il materiale è stato il portale MySmartPrice. Si tratta di 28 sfondi che presumibilmente arriveranno sui futuri top di gamma Google.

I soggetti sono diversi e spaziano dai paesaggi rurali alle città stilizzate, passando chiaramente per quelli astratti. Chi volesse scaricarli – o anche solo dare un’occhiata – può accedere ai file caricati su Google Drive a questo indirizzo.

All’interno della cartella, oltre alle immagini in alta definizione, è anche disponibile un APK. Questo è fondamentale nel caso vogliate sfruttare i Live Wallpaper. Per farlo, dovrete installare l’APK nella cartella ed anche l’app Sfondi dal Google Play Store. Gli sfondi animati funzionano solo in presenza del sistema operativo Android Pie. In alternativa potrete accontentarvi di scaricare le singole immagini ed impostarle come sfondo statico.

Il grande giorno, il grande mese

Il 9 ottobre è alle porte. Si tratterà di un giorno molto importante per Google e per tutti gli appassionati dei suoi prodotti. I nuovi Google Pixel 3 e Pixel 3 XL saranno finalmente ufficiali.

Tuttavia, ottobre non sarà solo dedicato alle novità del gigante di Mountain View. Si tratterà di un mese decisamente “affollato” dalle presentazioni di nuovi smartphone top di gamma. Nello stesso periodo arriveranno infatti anche Huawei Mate 20 (e Mate 20 Pro), LG V40 e OnePlus 6T.

Una serie di flagship che potrebbero dare filo da torcere agli appena presentati iPhone Xs, Xs Max ed Xr. Non a caso Huawei ha anticipato che il suo processore Kirin 980 è ben superiore ad Apple A12 Bionic. Ormai è solo questione di giorni prima di essere in grado di decretare qual è il miglior device del 2018, includendo ovviamente anche quelli già ufficializzati.